Genya

Genya: bilanci redatti in un’ora di tempo!

La nuova soluzione, disponibile in cloud, permette di aumentare l’efficienza grazie alla sua semplicità di utilizzo.

sergio-boaretto-280x4205 anni di lavoro, 60 ricercatori italiani, mezzo milione di ore di programmazione e un investimento a 7 zeri. Questi sono i numeri che stanno dietro a Genya, innovativa piattaforma Cloud targata Wolters Kluwer Tax & Accounting Italia che consente a professionisti e commercialisti di gestire oltre agli adempimenti fiscali, contabili e amministrativi delle aziende anche le indicazioni di performance delle aziende loro clienti. Efficienza e facilità di utilizzo sono le caratteristiche distintive di Genya secondo Sergio Boaretto, Chief Application Officer, Wolters Kluwer Tax and Accounting Italia, che abbiamo intervistato.

Avete lanciato Genya: da quale esigenza di mercato nasce?

Genya nasce dall’osservazione di alcuni “fenomeni di cambiamento” in atto nel modo di lavorare di commercialisti e professionisti, dall’ingresso nel mercato di nuovi attori, dal processo di “digitalizzazione della PA”, ma anche dalla necessità delle aziende di avere informazioni in real time. Era quindi necessaria una piattaforma che non solo permettesse il rispetto delle scadenze, ma che fosse in grado di erogare valore e intelligenza per i professionisti, capaci così di arricchire i clienti in termini di conoscenza dei fenomeni di business e posizionamento nel mercato nel quale l’azienda opera.

Da dove deriva il nome Genya?

Il termine Genya è l’abbreviazione di “Generation Y Application”.

Quali sono i suoi vantaggi?

Innanzitutto Genya non permette solo di garantire gli adempimenti di legge, ma consente di sfruttare il potere delle informazioni così da avere sotto controllo la situazione economica dell’azienda e dei vari indicatori di performance. Avendo il totale controllo dei tempi dedicati dallo studio, rilevato automaticamente dalla piattaforma senza necessità di rendicontazioni manuali da parte degli operatori, è quindi possibile misurare costantemente la profittabilità di ogni singolo cliente e/o servizio erogato. La piattaforma offre inoltre la possibilità di effettuare in ogni momento dell’anno diverse simulazioni, creando così scenari alternativi e comparabili che possono indirizzare le scelte del cliente (anche in ottica fiscale) soprattutto negli ultimi due mesi prima della chiusura dell’esercizio. Infine Genya è proiettata nel futuro.

In che senso?

Genya è l’unica piattaforma già allineata con la nuova tassonomia che sarà introdotta nei bilanci 2017.

Lato usabilità quali novità avete introdotto?

La piattaforma è nata con l’obiettivo di semplificare la vita di professionisti e studi commerciali: Genya è infatti pensata per garantire un’usabilità più naturale possibile e senza alcun tipo di formazione per utilizzarla. Nello specifico la soluzione permette l’accesso immediato alle funzioni senza la necessità del classico menu “a cascata”, la visualizzazione dei dati in modo da ottenere un maggiore o minore livello di dettaglio (tecnicamente “drill down” e “drill up”) anche all’interno di report e di widget e il collegamento tra tutti gli elementi (widget, report, note, agenda, template ecc).

La soluzione può essere personalizzata?

Genya, attraverso l’utilizzo di “personas” ovvero di archetipi di utenti, offre la possibilità di poter vestire la piattaforma sulle caratteristiche e sul ruolo delle persone che operano. La profilazione viene effettuata dal titolare dello studio che può impostare limiti sulla visione di determinate basi di dati o a particolari clienti. Inoltre Genya apprende i comportamenti dell’utilizzatore e, sullo studio delle operazioni precedenti, cerca di anticipare le scelte dell’utente capendo abitudini e preferenze.
 

Demo disponibili:

Introduzione

Contabilità

Bilancio

Dichiarativi

Immobili

CRM